© Foto Antonio Nassa. Lo scrutinio dei voti

La domenica elettorale premia il centrosinistra che conquista la maggioranza assoluta del consiglio provinciale di Como. La lista collegata alla presidente Maria Rita Livio ha infatti ottenuto 7 seggi sui 12 disponibili nell’assemblea di Villa Saporiti. Quattro seggi sono andati a Forza Italia, uno alla Lega Nord.
Rispetto a due anni fa, i rapporti di forza interni al consiglio provinciale sono rimasti praticamente identici. L’unica variazione riguarda l’uscita di scena del rappresentante di un raggruppamento civico che in questa tornata non ha presentato alcuna lista. Il voto, com’è noto, ha riguardato i soli eletti negli enti locali del territorio. Gli aventi diritto erano in totale 1.691. I votanti, in calo rispetto a due anni fa, sono stati 1.131 (il 66,88%).
Sette, come detto, gli eletti della coalizione Pd-Nuovo Centrodestra: Mirko Baruffini (6.056 voti personali), Ferruccio Cotta (5.694), Fiorenzo Bongiasca (4.582), Giovanni Vanossi (4.332), Eleonora Galli (4.054), Alberto Crippa (3.971) e Tommaso Fasola (3.470). Quattro i consiglieri di Forza Italia: Maria Grazia Sassi (6.176), Mario Pozzi (5.246), Domiziana Giola (4.945) ed Edoardo Parravicini (4.046).
Confermato anche il consigliere uscente del Carroccio, Giovanni Rusconi, che ha anche avuto il numero più alto di preferenze personali tra gli eletti (6.938).