Il luogo in cui si è staccata la frana ad Argegno

Il luogo in cui si è staccata la frana ad Argegno

Quindici giorni di chiusura notturna della statale Regina. Dalle 20.30 alle 5.30 del mattino – nel periodo compreso tra il 21 maggio e il 4 giugno – verrà sospesa la circolazione dei veicoli nell’area di cantiere ad Argegno, per consentire la ricostruzione del muro franato lo scorso settembre e, nel caso specifico, per procedere con il fissaggio dei tiranti. Dopo mesi di polemiche e attese per la lentezza nell’avvio del cantiere, adesso con gli uomini al lavoro già da alcuni giorni arrivano anche i dettagli dell’operazione che dovrà concludersi tassativamente entro fine giugno. Questi lavori in ogni caso non potranno non creare dei disagi visto che – se è pur vero che durante la notte i passaggi lungo la statale non sono numerosi – far scattare il blocco dalle 20.30 in un periodo di alta stagione per il turismo sul lago non sarà ben accolto da tutti. In ogni caso i dettagli dell’operazione e di altri interventi sulle strade di diversi Comuni del lago sono stati discussi ieri mattina durante un vertice in Prefettura.Presenti, oltre ai funzionari dell’Anas, anche i rappresentanti della Comunità Montana Valli del Lario e del Ceresio e della Comunità Montana Lario intelvese, oltre a rappresentanti dei Comuni di Argegno, Valle Intelvi, Cernobbio, Menaggio, Porlezza, Schignano e Tremezzina, le associazioni di categoria e le for dell’ordine. Tornando al cantiere di Argegno, è inoltre previsto «per favorire la circolazione nei fine settimana, resa difficile dal senso unico alternato, di rimuovere temporaneamente nelle giornate di sabato e domenica – a partire dal 4 giugno – l’area di cantiere, ripristinando la circolazione veicolare in entrambi i sensi di marcia», comunica la Prefettura. Ma si lavora anche in altri punti sensibili della viabilità lungo la Regina. Nelle prossime settimane Anas ha comunicato l’avvio di interventi di asfaltatura a Griante, Mezzegra, Lenno, Ossuccio, Sala Comacina, Argegno, Carate Urio e Cernobbio.

Anas “consulta” soltanto sé stessa. Da oggi Regina chiusa dalle 20.30

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*