Violenta aggressione in centro, a Como: tre ragazze sono state spintonate, picchiate e gettate a terra da uno straniero senza alcun motivo. L’inquietante episodio si è verificato venerdì notte, nella centralissima piazza Vittoria, tra via Milano e porta Torre, a ridosso dalla città murata.
Tre ragazze di diciannove anni stavano passeggiando attorno alle 2.30, al termine di una serata trascorsa insieme. Due amiche, alla fine della serata, stavano accompagnano la terza giovane a prendere un taxi. Dall’altro lato della strada si sono accorte della presenza di un uomo di giovane età.
Le giovani hanno però tranquillamente proseguito a parlare tra di loro. All’improvviso però lo sconosciuto ha attraversato la strada e si è avventato sulle tre sputando addosso alle ragazze.
Una delle giovani ha chiesto conto del gesto sconsiderato allo sconosciuto, il quale per tutta risposta l’ha aggredita a calci e sberle e l’ha mandata al tappeto.
Subito è intervenuta la seconda amica, che ha però incassato dall’aggressore un pugno in pieno volto: anche lei è finita a terra.
L’aggressore, dopo essersi accorto che la terza ragazza stava chiamando la polizia, ha aggredito anche l’ultima giovane e subito dopo è scappato verso via Milano.
Le tre giovani hanno chiamato immediatamente la polizia, che nel giro di pochi istanti è arrivata sul posto con due pattuglie. Una ha provveduto a soccorrere le tre malcapitate, l’altra si è subito messa all’inseguimento dell’aggressore, rintracciato poco distante.
Si tratta di un nigeriano 24enne, identificato in via Cadorna, che ha cercato di reagire ai poliziotti brandendo un’asse di legno. Il giovane è stato portato in Questura e sottoposto a controlli di rito: risulta destinatario di un provvedimento di espulsione notificato il 5 agosto 2017. È stato denunciato per violenza a pubblico ufficiale e possesso di oggetti atti ad offendere e gli è stato intimato di allontanarsi dal territorio nazionale entro i termini prescritti. Sarà ora facoltà delle tre ragazze sporgere denuncia, poiché in caso di lesioni non gravi si procede per querela di parte.
A. Bam.