Niente pausa natalizia per i ladri a caccia di un bottino di valore. Nella notte tra Natale e Santo Stefano, una banda di malviventi ha preso di mira un negozio di telefonia ad Alzate Brianza. Sorpresi dai titolari e dalle guardie di vigilanza, i balordi hanno utilizzato un estintore per riempire il locale della polvere contenuta e, approfittando della confusione e della scarsa visibilità, fuggire e dileguarsi.
Il proprietario del negozio di telefonia di via XXV Aprile ha visto praticamente “in diretta” i ladri.
Terminati i festeggiamenti della giornata di Natale, nel cuore della notte, attorno alle 4, l’uomo è stato svegliato dall’abbaiare del suo cane. Si è affacciato alla finestra ma, in un primo momento, non ha notato nulla di anomalo.
Pochi minuti dopo però ha sentito due colpi forti, ha controllato le telecamere di sorveglianza interne del negozio e ha visto i ladri, almeno tre ma probabilmente anche quattro, in azione nel locale.
Il titolare ha dato subito l’allarme e allertato le forze dell’ordine. I ladri avevano divelto le serrande che proteggono il negozio e avevano poi scardinato la porta, riuscendo a entrare. Ripresi dall’occhio elettronico, i malviventi hanno preso di mira inizialmente le vetrine e i tavoli con gli articoli da dimostrazione, in particolare i modelli più richiesti e gli ultimi arrivi. Prodotti costosi e di valore, dei quali i ladri hanno fatto razzia.
L’azione della banda è stata fulminea. In pochi istanti, i ladri hanno messo in alcuni sacchi che avevano portato appositamente il maggior numero di telefoni possibile. Hanno rotto due porte interne per continuare a cercare oggetti da rubare.
Proprio in quegli istanti, sulla strada era in servizio un agente di un’agenzia di vigilanza privata. La guardia si è resa conto che qualcosa non andava e si è subito avvicinata con l’auto per verificare cosa stesse accadendo. Accortisi dell’arrivo della guardia, i ladri hanno aperto un estintore che avevano in auto e hanno spruzzato nel negozio la sostanza contenuta all’interno. Approfittando del “nuvolone” e della poca visibilità nel locale, la banda è fuggita dal negozio. I malviventi sono saliti sulla loro vettura, una Alfa Romeo Giulietta bianca, parcheggiata a pochi metri di distanza e si sono allontanati, dileguandosi rapidamente.
Le indagini sono affidate ai carabinieri di Cantù. Nell’ultimo periodo, il negozio è stato svaligiato quattro volte.
Anna Campaniello