E’ pronto il regolamento per l’accesso negli ospedali del territorio lariano degli animali da affezione. Lo ha comunicato l’Asst, spiegando che tutte le informazioni necessarie si trovano alla pagina http://www.asst-lariana.it/v2/12/?per=2&p=326.

Il documento – spiega Asst nel suo comunicato – prevede la possibilità di portare cani, gatti o conigli in visita ai pazienti ricoverati negli ospedali Sant’Anna a San Fermo della Battaglia, Sant’Antonio Abate a Cantù e “Felice Villa” a Mariano Comense e ne determina le regole.

La visita degli animali non è possibile in Anestesia e Rianimazione, Medicina d’Urgenza/Pronto Soccorso, Chirurgia, Chirurgia d’Urgenza e Terapia Intensiva Neonatale.

La richiesta di accesso va consegnata al reparto. Il personale valuterà le condizioni di salute del degente e verificherà che ci sia l’assenso anche di altri pazienti ricoverati nella stessa camera. Poi sarà inoltrata la richiesta alla direzione medica di presidio. Una volta ottenuto il permesso, sarà necessario dotarsi di alcune certificazioni dei pet che si intendono portare a far visita al malato. Inoltre, concesso il benestare, bisognerà utilizzare alcuni accorgimenti riguardanti, ad esempio, l’impiego del guinzaglio per i cani o del trasportino per gatti e conigli oltre a munirsi di tutto ciò che serve per mantenere idonee condizioni igienico-sanitarie.
Se il paziente è autosufficiente, il coordinatore infermieristico individuerà come sede d’incontro l’atrio, la sala d’attesa o altro locale ritenuto idoneo.  Prima dell’accesso in ospedale l’accompagnatore dovrà rivolgersi alla portineria.

Il pdf pubblicato sul sito contiene il testo del regolamento, la richiesta per l’autorizzazione dell’accesso e il memorandum per pazienti e accompagnatori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*