Nascondevano un lingotto d’oro e 20mila euro in contanti negli slip, più altri 18mila euro in un giubbotto e tentavano di entrare in Italia. I militari del Gruppo della Guardia di Finanza di Ponte Chiasso e i funzionari doganali non si sono lasciati ingannare e hanno scoperto l’illecito. I fatti sono avvenuti al valico di Brogeda venerdì scorso, ma se n’è avuta notizia soltanto oggi. Protagonisti, a bordo di una Mercedes S 320 con targata tedesca, il conducente – un cittadino sloveno – e altri due suoi connazionali. Le Fiamme Gialle, insospettite dalle risposte contraddittorie del terzetto e da piccoli segnali di nervosismo, hanno effettuato un accurato controllo, trovando così il lingotto d’oro e 20.005 euro negli indumenti intimi di uno dei passeggeri e ulteriori 18.060 euro nel giubbotto dell’altro. Il lingotto è stato sequestrato per contrabbando e il possessore ha dovuto pagare una multa di 1.500,75 euro. L’altro passeggero, che aveva negato di trasportare con sé valuta o altra merce da
dichiarare, è stato sanzionato con un’oblazione di 403 euro in quanto
possedeva 18.060 euro eccedenti il limite. Contemporaneamente, presso il valico ferroviario di Chiasso, sul treno proveniente da Zurigo e diretto a Milano, è stato fermato un cittadino italiano che possedeva un titolo
governativo obbligazionario rumeno relativo a una compravendita per un valore totale di 69.756.565 euro, titolo non dichiarato dall’uomo mentre tentava di attraversare il confine. Successivi controlli hanno portato all’ulteriore ritrovamento di sette iPhone serie 8 e due Samsung tab galaxy A risultati privi di documenti, tutti – titolo e cellulari – sequestrati in base alla normativa sul riciclaggio.