La convivenza tra migranti, i problemi di ordine pubblico appena superato il confine così come il tema sicurezza a Como sono sempre di più argomenti all’ordine del giorno. Nelle prime ore di sabato mattina un’aggressione tra richiedenti asilo è finita in tragedia. A Brissago, nel locarnese, un uomo originario dello Sri Lanka è morto. Questa la dinamica in base a una prima ricostruzione: verso le 2 di sabato a causa di un alterco tra alcune persone all’interno di un edificio in piazza Municipio sono arrivate una pattuglia della Polizia cantonale e una della Polizia comunale di Ascona.

Gli agenti della cantonale all’esterno dello stabile hanno preso contatto con due richiedenti asilo facendosi accompagnare nell’edificio per capire cosa stesse accadendo. Secondo una prima ricostruzione, sul pianerottolo di un appartamento sarebbe uscito all’improvviso dalla porta un terzo richiedente asilo che, brandendo due coltelli, si sarebbe scagliato contro i richiedenti asilo che accompagnavano gli agenti. A quel punto un agente della polizia cantonale ha sparato con la pistola ferendo gravemente l’aggressore – un 38enne originario dello Sri Lanka – che è successivamente deceduto.

A Como, invece, ieri mattina in piazza San Rocco è scoppiata l’ennesima rissa tra richiedenti asilo che da mesi stazionano nell’area. Una lite tra due immigrati ha richiesto infatti l’intervento massiccio delle forze dell’ordine arrivate rapidamente per riportare alla normalità la situazione. E così è stato anche se i residenti, sempre più stremati da una convivenza non sempre facile hanno ancora una volta chiesto di poter vivere in tranquillità.