La sede di Miami del gruppo potrebbe trarre in inganno. In realtà la Nicastro Group 360° Real Estate è forse tra le cordate, una delle “più comasche”. Se non per i due soci presentatori, Massimo Nicastro e Roberto Renzi entrambi nel settore immobiliare, per la rete di collaborazioni già intessuta. Si passa dall’avvocato Fabrizio Diana, che ha collaborato con il Como negli ultimi vent’anni a vario titolo, a Niki D’Angelo, ex socio del Como, che ha messo a disposizione il centro sportivo di Maslianico per il settore giovanile, all’ex presidente azzurro Enzo Angiuoni. «Con Enzo mi lega un rapporto di grande amicizia – spiega Renzi, romano e romanista – con altri abbiamo avviato colloqui e hanno dato disponibilità a sostenere il progetto. Però, tengo a precisare, noi non abbiamo bisogno di gente che metta soldi per entrare in società. Per quello siamo ben coperti». Renzi spiega anche il motivo che li ha portati a scegliere una piazza come Como. «Massimo Nicastro è italo-americano e vorrebbe aprire un ufficio a Milano per la sua attività immobiliare – dice – L’area di Como ha grande fascino per il settore immobiliare, è il lago di George Clooney. Avere una rappresentanza qui ha un senso per lo sviluppo delle nostre attività. E, inutile nascondere l’evidenza, nulla come il calcio è in grado di dare visibilità». Spalle solide come mattoni, quindi e necessità di non sbagliare e di sviluppare anche un progetto per le giovanili, che potrebbe essere capitanato ancora da Giancarlo Centi. La prima squadra potrebbe essere affidata ad Andrea Ardito. «Siamo fortemente interessati anche a Orsenigo, quando verrà liberato dalle questioni giudiziarie. È indispensabile per non disperdere un settore giovanile che ha dato risultati eccellenti»