Qualcosa ci sarebbe. Ma il condizionale è obbligatorio, in assenza di conferme da parte degli uffici comunali. Questa mattina, alle 13, scade il termine per la presentazione delle manifestazioni di interesse sul rilancio del Como Calcio. Secondo alcune indiscrezioni, ripetiamo non confermate, già ieri sarebbero state depositate al protocollo di Palazzo Cernezzi una o più buste. Il sindaco, Mario Landriscina, ha convocato per questo pomeriggio una conferenza stampa nella quale, con ogni probabilità, renderà noti i nomi delle persone o dei gruppi interessati a far ripartire il Como. Magari dalla serie D, qualora la Federcalcio ne verificasse i presupposti. Fino a quel momento, si possono fare soltanto congetture. Perché dagli uffici, così come peraltro stabilisce la procedura, non trapelano notizie certe. L’avviso pubblicato il 6 luglio scorso sul sito Internet del Comune di Como è chiaro: chi vorrà impegnarsi a riannodare i fili della storia calcistica della città dovrà avere precisi requisiti. Tra questi, faranno premio: «l’affidabilità e la solvibilità economica della nuova società»; la «completa tracciabilità e trasparenza dei capitali» che si intendono investire, «anche in relazione alla disciplina antiriciclaggio»; la certificazione antimafia che attesti la capacità di «contrattazione con la pubblica amministrazione», necessaria alla sottoscrizione del contratto di affitto dello stadio; la «sostenibilità economica del progetto sportivo e aziendale che dovrà essere presentato; le garanzie finanziarie «offerte a sostegno della candidatura (fideiussioni, lettere di patronage e così via)»; oltre a «ulteriori, eventuali documenti che permettano di valutare l’affidabilità delle candidature». La decisione finale sul sostegno del Comune sarà presa dal sindaco assieme a un collegio di saggi composto dall’avvocato Cesare Di Cintio, dal commercialista Marco Rezzonico, dal segretario comunale Tommaso Stufano e dai funzionari Rossana Tosetti e Giuseppe Ragadali.

 

Troppe cordate per il Calcio Como, il sindaco fa un bando