Terzo stop consecutivo per la Red October Cantù, superata in trasferta a Trento (87-76 il finale). I brianzoli  – privi degli infortunati Randy Culpepper e  Andrea Crosariol – hanno retto per oltre 35’ ma si sono poi arresi nel finale ai padroni di casa.
“Siamo una squadra che ha prodotto le migliori partite anche in trasferta, cercando di produrre sempre la propria pallacanestro, di correre e di alzare i numeri dei possessi – ha detto alla fine l’allenatore Marco Sodini – Ma in questa circostanza, onestamente,  non era proprio possibile. Avere questo atteggiamento in  emergenza mi fa comunque ben sperare”. Poi un pensiero alle imminenti Final Eight di Coppa Italia. “Andiamo alla Final Eight dopo averla meritatamente conquistata sul campo; non vogliamo andare a Firenze per fare gli spettatori e proveremo a recuperare le  nostre forze».
La Red October tornerà in campo per il prossimo impegno al Nelson Mandela Forum di Firenze, per il quarto di finale di Coppa Italia contro l’Armani Milano, venerdì 16 febbraio alle ore 18.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*