Il Tar sarebbe pronto a congelare il bando del Comune di Cantù per l’assegnazione dei servizi funebri, ovvero l’appalto che ha messo in discussione l’elezione del sindaco Edgardo Arosio perché il servizio era affidato all’impresa funebre del fratello e della cognata del primo cittadino.

La nuova gara doveva essere conclusa il 18 gennaio prossimo, prima dell’udienza del 25 gennaio, quando il Tar dovrebbe decidere sul ricorso presentato dall’impresa funebre Zanfrini contro la revoca dell’appalto. Il Tar avrebbe quindi pensato di congelare di fatto la gara almeno fino alla sentenza del 25 gennaio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*