Casinò di Campione, raggiunta l’intesa. Lunedì referendum tra i dipendenti, mercoledì la firma
Cronaca, Economia, Territorio

Casinò di Campione, raggiunta l’intesa. Lunedì referendum tra i dipendenti, mercoledì la firma

Il Casinò di Campione d'Italia Il Casinò di Campione d’Italia

Casinò di Campione, intesa raggiunta. Dopo l’ennesimo vertice in Regione di questa mattina, le parti hanno redatto un documento condiviso. Ora, il prossimo, decisivo appuntamento in agenda è fissato per mercoledì prossimo a Milano quando si dovrebbe firmare l’accordo conclusivo per salvare la casa da gioco. Questo solo se dal referendum tra i dipendenti previsto per lunedì e martedì uscirà il via libero da parte dei lavoratori del casino. «Se così non fosse sinceramente non vedo quali altri scenari si possano aprire. Sicuramente nulla di positivo», questo il primo commento di Gilberto Russo (Uil) presente al tavolo. Lunedì ai dipendenti verrà illustrato nel dettaglio il contenuto dell’intesa raggiunta e subito dopo si apriranno le votazioni che andranno avanti per due giorni. «Dalle urne dovrà uscire la maggioranza del 50% più uno. Voti necessari per farci andare mercoledì in Regione a siglare l’accordo definitivo», aggiunge Russo. Confermati i punti decisivi del documento. «Prevista la riduzione dell’orario di lavoro – che sarà di 5 ore e mezza per tutti i dipendenti, con una riduzione salariale attorno al 30% – e sui prepensionamenti», dice Russo. Il nodo più ingarbugliato era quello sull’affitto di ramo d’azienda del ristorante. Il Casinò vuole dare a una ditta esterna la gestione del ristorante e sgravare la pianta organica del personale che oggi lavora nelle cucine e in sala. «Sul tema abbiamo “ceduto” alle richieste di esternalizzare ma abbiamo ottenuto garanzie per fare in modo che i dipendenti interessati vengano assorbiti dai nuovi», dice Russo. Soddisfatto anche Givanni Fagone (Cgil). «È stata una trattativa molto lunga e impegnativa ma abbiamo un accordo dignitoso che esclude i licenziamenti», dice Fagone. «Erano necessarie scelte coraggiose e così è stato. I dipendenti dovranno sacrificare qualcosa ma bisogna guardare al futuro. Anche il Comune di Campione dovrà fare sacrifici e dovremo fare i bilanci tenendo presente questa nuova realtà», dice Alfio Balsamo, vicesindaco di Campione d’Italia.

12 maggio 2018

Info Autore

Fabrizio

Fabrizio Barabesi fbarabesi@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
agosto: 2018
L M M G V S D
« Lug    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
 Farmacie di turno 

   Ospedali   

   Trasporti   
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto