Achille Castiglioni

Achille Castiglioni

Chiasso si appresta a celebrare l’arte visionaria, sempre tesa fra sperimentazione e razionalità, ironia e semplicità, di uno dei più importanti designer italiani, Achille Castiglioni.
Dal 31 maggio al 23 settembre al Max Museo di via Dante 6, di fronte al Cinema Teatro, in occasione del centenario della nascita, la mostra celebrerà un grande protagonista della stagione d’oro del design degli anni Sessanta.
Architetto di fama internazionale che nella sua lunga carriera ha realizzato 150 oggetti di design e ben 484 allestimenti, terreno di sperimentazione e innovazione, Castiglioni sarà documentato da un allestimento che metterà in scena schizzi, disegni, modelli, testimonianze video, oggetti originali e prototipi. E naturalmente la proficua collaborazione di lunga data con il designer svizzero Max Huber, al quale il museo chiassese è intitolato.
Dai memorabili allestimenti dei Padiglioni per Rai, Eni e Montecatini ai magistrali progetti per la cultura, per l’innovazione e per l’esposizione dei prodotti, oggi e sempre più col passare del tempo, anche grazie alla fondazione che ne tutela l’archivio, emerge chiaramente la grandezza del genio di Castiglioni, capace sempre di concepire la messa in scena come una regia in cui ogni dettaglio è studiato. Non mancheranno in mostra gli sgabelli “Mezzadro” e “Sella”, che furono esposti a Villa Olmo di Como a metà anni Cinquanta nella mostra che fece epoca dal titolo Colori e Forme nella Casa d’Oggi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*