Gli ostacoli per una carrozzina

Gli ostacoli per una carrozzina

Una mozione fuori tempo massimo quella presentata dal M5S – e bocciata in consiglio comunale – che chiedeva una mappatura delle barriere architettoniche.

Non perché non sia necessario farla «ma perché  lavori in tal senso sono già in essere dallo scorso mese di  agosto – spiega il vicesindaco e assessore ai Servizi sociali del Comune di Como Alessandra Locatelli – Abbiamo infatti avviato incontri con alcune associazioni che ne hanno fatto richiesta e abbiamo ricevuto indicazioni e segnalazioni molto valide sui percorsi sensoriali e le barriere architettoniche che, purtroppo, sono ancora presenti nella nostra città. Ci siamo confrontati sia con associazioni istituzionali che con quelle più formali o con singoli cittadini».

Va inoltre ricordato che l’assessore ai Lavori pubblici Vincenzo Bella – il piano di abbattimento delle barriere architettoniche è di sua competenza – ha proposto la costituzione di una commissione in grado di valutare le priorità. «In passato non era mai stata costituita», puntualizza sempre la Locatelli. È stato fissato un programma di lavoro preciso che prevede l’avvio delle attività e una prima relazione metodologica alla giunta entro fine gennaio 2018 e la produzione di una bozza finale dei documenti entro fine ottobre 2018

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*