Superenalotto: Como ora sogna il jackpot record da 130 milioni di euro
Città, Economia, Territorio

Superenalotto: Como ora sogna il jackpot record da 130 milioni di euro

È febbre da jackpot anche a Como. I 129 milioni di euro messi in palio dal Superenalotto nell’estrazione di sabato sera (peraltro senza un vincitore) hanno letteralmente fatto scoppiare il “toto sogni”, incrementando le giocate nelle ricevitorie in città. Per la prossima estrazione il “6” promette ora 130 milioni e 200mila euro.

«È innegabile, il miraggio di diventare da un momento all’altro milionari ha spinto anche molti non giocatori a tentare la sorte. Pochi euro per cercare di ottenere il massimo risultato possibile – spiega il tabaccaio Giovanni Salandin – Oltre ai “soliti”si sono visti anche molti nuovi scommettitori».

Il Superenalotto ha dunque messo in palio il più alto jackpot internazionale. La sestina sfugge da più di otto mesi e il jackpot precede sia i 24 milioni dell’Eurojackpot, sia i 17 milioni dell’Euromillions, ma anche le lotterie statunitensi Powerball (106 milioni di dollari, circa 86 milioni di euro) e MegaMillions (55 milioni di dollari, 44,5 milioni di euro). Il “6” manca dal primo agosto 2017.

«Io gioco sempre la stessa cifra e gli stessi numeri – dice Cherubina Meroni – E anche questa volta ho fatto così, vediamo cosa succede. Se dovessi vincere oltre a usare i soldi per me aiuterei le persone care». La classifica delle vincite vede in testa i 177,7 milioni ottenuti con un sistema nell’ottobre 2010, seguiti dai 163,5 milioni centrati a Vibo Valentia nell’ottobre 2016, poi dai 147,8 milioni vinti a Bagnone (MS) nell’agosto 2009 e infine dai 139 milioni vinti a Parma e Pistoia nel febbraio 2010.

«Io ci provo perchè è sempre bello sognare – spiega Antonio Cefalì con la schedina appena giocata e il sorriso in faccia – E spero di potere spendere questa somma il prima possibile». In tanti hanno tentato la sorte. «C’è stato un aumento sensibile di giocate. Tutti sognano ed è bello, senza farsi prendere dal gioco, poter sperare di cambiare in meglio la propria vita. Anche qui in tabaccheria da noi ho visto molte più persone del solito – racconta Claudio Rimoldi dietro il bancone della sua ricevitoria – Non tantissimi come in passato, questo forse anche perchè ormai ci sono svariati concorsi a premi e quindi molte opportunità per vincere qualcosa».

La corsa al tagliando fortunato è comunque inarrestabile. «Io, i miei pochi euro li investo molto spesso, senza farla però diventare una mania – racconta Marina Beretta – Proporrei però una regola: perchè non porre un tetto massimo al montepremi oltre il quale non andare. Mi sembrerebbe una scelta più morale, così è forse esagerato e fuori misura». L’ultima voce arriva da un’altra ricevitoria. «Da noi è stato record di giocate – conclude le interviste Annamaria Maiorca – Sono sempre di più quelli che ci provano e si affidano alla sorte. Questo forse perchè, visti i tempi difficili che corrono, è bello sognare».

16 aprile 2018

Info Autore

Redazione Corriere di Como

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
agosto: 2018
L M M G V S D
« Lug    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
 Farmacie di turno 

   Ospedali   

   Trasporti   
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto