2015_06_27_iloby«Insieme siamo più forti». È la frase simbolo scelta dal creatore del nuovo social network www.iLoby.com, Christian Gaston Illan. Originario di Buenos Aires, 34 anni, Illan è molto legato al Lago di Como: la sua base è a Faggeto Lario. Sul Lario ama rifugiarsi e, come lui stesso ama sottolineare, «È un posto che mi porta fortuna. Quando sono qui mi succedono sempre cose belle». L’idea di creare il nuovo sito www.iLoby.com (che ha raggiunto i 65mila iscritti ed è attivo dal dicembre del 2013) parte dal presupposto che troppo spesso la gente vive una realtà virtuale attraverso i social network, ma poi nella vita reale non si incontra.

«Troppe spesso, ad esempio, si vedono in giro coppie di fidanzati che escono – racconta Christian al Corriere di Como – e che passano la serata, ognuno per i fatti suoi, a chattare, a guardare Internet». Quale è dunque l’innovazione di iLoby.com? La piattaforma riunisce i principali social network (Facebook, Instagram e Twitter su tutti) e ha delle sue regole precise, per esempio quella di poter caricare solo una fotografia ogni 24 ore. Ma – partendo dal presupposto che i social devono unire e non dividere le persone – la trovata geniale è stata quella di passare dal virtuale alla realtà, alla vita delle persone. In pratica chi ne fa parte può acquistare un braccialetto personalizzato che sancisce l’appartenenza a una comunità. E previene anche dai profili falsi, i cosiddetti fake. «Una idea che favorisce gli approcci e la conoscenza – sottolinea ancora Christian Gaston Illan – che fa incontrare le persone, che le unisce e non le allontana». Un cult per molti vip, il braccialetto di iLoby. Tra loro calciatori di Milan e Inter e il cantante Emis Killa.

Massimo Moscardi