Una immagine degli scontri tra Como e Varese

Una immagine degli scontri tra Como e Varese

Le indagini della Digos di queste ore, con il supporto del materiale informatico e dei video (girati dagli agenti, presi dalle telecamere a circuito chiuso o postati sui social) hanno condotto ai risultati sperati.

Conferme ancora non ne arrivano ma sarebbero già più di venti gli identificati per cui sarebbe pronto il divieto ad assistere alle manifestazioni sportive, successivo ai tafferugli del derby tra Como e Varese.

Si tratterebbe in prevalenza di comaschi ma non è escluso che nelle operazioni possano finire anche supporter biancorossi o interisti, al fianco dei varesini nella gara di domenica al Sinigaglia.

Indagini, tra l’altro, che proseguiranno anche oltre l’emissione dei primi Daspo che dovrebbe giungere già nelle prossime ore. Un episodio grave, quello di domenica, definito sia dal questore sia dal prefetto come un agguato alle forze dell’ordine.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*