Dmitry Gerasimenko, la voce del padrone: «Cantù competitiva in Italia e in Europa»
Sport

Dmitry Gerasimenko, la voce del padrone: «Cantù competitiva in Italia e in Europa»

Dmitry Gerasimenko 
Dmitry Gerasimenko

L’ultima sua uscita pubblica era stata radiofonica, un po’allo stile di Gigi Marzullo e del suo «si faccia una domanda e si dia una risposta». Dmitry Gerasimenko, patron della Pallacanestro Cantù, dopo quella che era stata una auto-intervista (si era per davvero scelto lui le domande) ieri è tornato a parlare. Senza interlocutori, ovviamente, ma con un videomessaggio autoprodotto in cui ha parlato della stagione appena terminata e di quella che inizierà con il nuovo allenatore, Evgeny Pashutin e con Shaeed Davies, ala grande statunitense, il cui ingaggio è stato comunicato ieri sera.

«La stagione appena finita stata una delle più incredibili della Pallacanestro Cantù degli ultimi tempi. Abbiamo provato emozioni enormi», ha detto il proprietario del club. «Siamo stati fortunati ad entrare nei playoff – ha aggiunto – dove la squadra ha saputo creare una bellissima atmosfera insieme a tutti i nostri tifosi». Poi l’occhio sul futuro. «I giocatori adesso sono in vacanza e si godranno l’estate, in spiaggia, ma nei nostri uffici si continua a lavorare duramente per programmare la nuova stagione. Il lavoro continua».

Coach Evgeny  Pashutin
Coach Evgeny  Pashutin

«Abbiamo cominciato a cercare qualcuno che possa aiutarci ad essere più forti ed a raggiungere, come minimo, gli stessi risultati della scorsa stagione. In futuro dovremo essere competitivi, sia nel campionato italiano che a livello europeo». Il capitolo allenatore. «Abbiamo scelto Evgeny Pashutin – ha spiegato ancora Dmitry Gerasimenko – un coach con una forte esperienza, in grado di mostrare un basket di livello europeo, dove ha trionfato due volte in EuroCup ed in Vtb League». «Penso che con un nuovo allenatore e con un nuovo roster possiamo inseguire gli stessi risultati dello scorso anno, puntando ai playoff e puntando ad essere anche molto competitivi nelle arene europee».

Poi il saluto finale. «In conclusione, voglio dire a tutte le persone di Cantù – a partire da chi lavora nella società, a chi è un tifoso abituale oppure a chi fa parte degli Eagles – di sostenere la nostra squadra ed il lavoro del nostro nuovo coach. Credo che proveremo grandi emozioni».

14 giugno 2018

Info Autore

Redazione Corriere di Como

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
agosto: 2018
L M M G V S D
« Lug    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
 Farmacie di turno 

   Ospedali   

   Trasporti   
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto