L’emergenza spaccio nella zona dei giardini a lago assume proporzioni di giorno in giorno più preoccupanti. Nella serata di giovedì, i carabinieri della compagnia di Como hanno effettuato l’ennesimo arresto per un’attività di vendita di droga. Il fermato è un immigrato irregolare e i clienti presenti in quel momento erano anche minorenni. L’intervento è stato effettuato nella zona della locomotiva, proprio una delle aree nella quale sono state ripetutamente segnalate attività di spaccio. I carabinieri del nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Como hanno organizzato un servizio mirato proprio al contrasto del traffico di stupefacenti. I militari dell’Arma hanno arrestato un giovane di 21 anni originario del Senegal, in Italia senza fissa dimora e irregolare. I carabinieri lo hanno sorpreso a poca distanza dalla locomotiva mentre stava vendendo una dose di marijuana ad un giovane 16enne, che per la droga gli ha consegnato 5 euro. L’immediata perquisizione personale ha consentito ai carabinieri di trovare nella tasca dei pantaloni del senegalese, ulteriori 5 grammi della stessa sostanza stupefacente, oltre a 40 euro in banconote di piccolo taglio, probabilmente il ricavato della vendita di altre dosi di droga. Secondo quanto accertato i clienti erano quasi esclusivamente ragazzini, anche minorenni.