Fallimento del Casinò di Campione, il rinvio del giudice
Senza categoria

Fallimento del Casinò di Campione, il rinvio del giudice

Il Tribunale di Como, come previsto, si è riservato sull’istanza di fallimento del Casinò di Campione chiesta dalla Procura di Como. Nell’udienza di oggi in Tribunale a Como non sono mancati comunque i colpi di scena, a partire dalla presentazione di un documento approvato domenica sera, poco prima delle 22, dalla giunta comunale dell’enclave che, in sintesi, concede una proroga alla casa da gioco per saldare il debito milionario con il municipio. Una sorta di salvagente per contribuire a evitare il fallimento.
È stato il pubblico ministero Pasquale Addesso a chiedere il fallimento della casa da gioco «per grave insolvenza».
Nell’udienza di ieri, i vertici del Casinò, con l’amministratore unico Marco Ambrosini e gli avvocati difensori, hanno innanzitutto sollevato un dubbio sulla effettiva competenza del giudice ordinario sulla casa da gioco, gestita da una società di diritto privato ma di proprietà interamente pubblica perché il socio unico è il Comune di Campione.
Se questa istanza non fosse accolta dal Tribunale, in subordine la società del Casinò chiede di poter accedere alla procedura di concordato, che di fatto congelerebbe l’istanza di fallimento, fermo restando però lo stato di crisi con la presentazione di un piano di intervento per far fronte alla disastrosa situazione economica della casa da gioco.
Il Tribunale di Como ha fissato la scadenza del 19 marzo prossimo per consegnare la documentazione a riprova delle istanze presentate ieri. Dopo quel termine, sarà fissata una nuova udienza e il giudice dovrebbe sciogliere la riserva sulla richiesta di fallimento.
La casa da gioco ha avviato una procedura che prevede il licenziamento di 156 dipendenti e che al momento resta confermata.
In Tribunale, per l’udienza di ieri, erano presenti i rappresentanti sindacali dei circa 500 lavoratori del Casinò.
«Siamo in attesa di notizie sul futuro della casa da gioco e quindi dell’intera comunità campionese – hanno commentato dopo l’udienza – Abbiamo saputo che il giudice ha deciso per il rinvio dell’udienza per consentire le dovute controdeduzioni. Entro la fine del mese si dovrebbe avere il quadro della situazione. Da parte nostra continueremo gli incontri con i vertici aziendali con l’obiettivo di trovare soluzioni alternative ai licenziamenti prospettati. Siamo fiduciosi che il sistema Campione uscirà dall’attuale situazione di crisi».

12 Marzo 2018

Info Autore

Redazione Corriere di Como

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


UN COMMENTO SU QUESTO POST To “Fallimento del Casinò di Campione, il rinvio del giudice”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultime news
    Archivio
    Dicembre: 2018
    L M M G V S D
    « Nov    
     12
    3456789
    10111213141516
    17181920212223
    24252627282930
    31  
    Numeri utili
    NUMERO UNICO DI EMERGENZA
    numero 112 lampeggianti
    farmacia Farmacie di turno farmacia

    ospedale   Ospedali   ospedale

    trasporti   Trasporti   trasporti
    Colophon

    Editoriale S.r.l.
    Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
    Tel: 031.33.77.88
    Fax: 031.33.77.823
    Info:redazione@corrierecomo.it

    Corriere di Como
    Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
    ROC 5370

    Direttore responsabile: Mario Rapisarda

    Font Resize
    Contrasto