“Non sono venuta a Como per fare brutte figure o per buttare i soldi dell’acquisto del club. Sono dispiaciuta per questo ritardo, di carattere tecnico: garantisco che i soldi  destinati al club sono stati inviati. Guai a pensare a un nostro disimpegno”. Parole chiare, quella di Akosua Puni Essien, riferite da Gianluca Savoini, portavoce della nuova proprietà del Football Club Como. La questione, ormai nota, è quella dei soldi, non ancora arrivati, per coprire gli ultimi stipendi della stagione 2016-2007 e per  svolgere le pratiche di iscrizione al prossimo torneo di serie C. Akosua e il fratello Francis – che la rappresenta sul Lario – hanno dato garanzie scritte rispetto al fatto che il pagamento, che era atteso per lo scorso fine settimana,  sia stato fatto e che il mancato arrivo della cifra sia legato a passaggi bancari più lunghi del previsto. Savoini ha ribadito quanto affermato nei giorni scorsi: “Lo staff, assieme a tifosi e giornalisti, attende che la situazione si sblocchi”.