Gemellaggio Como-Palermo: nascono la coppola e la cravatta della Legalità

Como e Palermo unite simbolicamente da una cravatta unica, ideata per promuovere la cultura della legalità nel mondo del lavoro, nelle famiglie e nella società. L’iniziativa è organizzata da Progetto San Francesco e Ius Vitae in collaborazione con Unindustria Como e Confindustria Palermo. L’obiettivo è arginare le infiltrazioni mafiose e promuovere l’educazione e la sensibilizzazione dei giovani, soprattutto quelli che vivono in particolari condizioni di disagio.
Il progetto prenderà il via ufficialmente da Palermo, il 15 novembre prossimo, e sarà poi presentato a Como, il 23 novembre nelle sedi rispettivamente di Confindustria Palermo e di Unindustria Como. Andrea Taborelli, in rappresentanza di Unindustria Como, e Benedetto Madonia e Claudio Ramaccini per Progetto San Francesco saranno nel capoluogo siciliano per la presentazione dell’iniziativa. Viaggio inverso per il presidente di Confindustria Palermo, Alessandro Albanese e il sacerdote Antonio Garau, fondatore dell’Associazione Jus Vitae, che saranno sul Lario il 23.
Lo strumento scelto per sensibilizzare imprenditori e cittadini saranno le “coppole della legalità” e le “cravatte della legalità”. L’accessorio maschile per eccellenza sarà prodotto grazie alla disponibilità di alcune imprese comasche – Clerici Tessuto, Società Serica Trudel, Ongetta, Stamperia di Paré – e i fondi raccolti saranno destinati a finanziare iniziative di valenza sociale. nel campo della lotta alla criminalità organizzata. «Un segnale concreto di sostegno e di vicinanza a chi è in prima fila in una grande battaglia di civiltà», commentano da Unindustria.

Articoli correlati