Esponenti di Rcs Sport, Comune, Polizia locale e Centocantù ieri in piazza Cavour

Prima ricognizione ufficiale, ieri degli organizzatori di Rcs Sport con gli organizzatori locali ed esponenti di Comune e Polizia locale in vista dell’arrivo del Giro di Lombardia, previsto per sabato 7 ottobre.
La gara ciclistica partirà da Bergamo e si concluderà in piazza Cavour, come nel 2015, quando trionfò Vincenzo Nibali.
L’incontro di ieri è stato esclusivamente logistico con una ricognizione sulla parte finale del percorso, l’analisi dello stato delle strade e i primi accordi rispetto agli orari di chiusura. «Un gioco di squadra partito in anticipo e in cui ogni particolare è stato analizzato con grande attenzione» spiega Paolo Frigerio di Centocantù, motore dell’organizzazione locale.
Gli esponenti di Rcs Sport hanno spiegato a Comune e Polizia locale le esigenze della gara, gli spazi che servono, le zone da transennare e strade e zone che andrebbero chiuse non solo per l’arrivo, ma anche nei giorni precedenti, visto che comunque ci saranno mezzi – per esempio quelli della Rai – che si muoveranno con largo anticipo rispetto alla corsa.

Vincenzo Nibali, vincitore del Lombardia 2015

Un briefing, quindi, imperniato su tempi e spazi, in cui è emerso che sarà spostato il podio. Nell’ultima occasione aveva alle spalle gli edifici di piazza Cavour; nel 2017 sarà girato in modo che nelle immagini si veda dietro il Lago.
A una domanda i rappresentanti locali non hanno saputo rispondere. «Siccome serve lo stadio per le docce, sapete qualcosa sull’eventuale partita del Calcio Como?». «Non sappiamo nemmeno se ci saranno match», è stata la mesta risposta, legata alle note vicende degli ultimi giorni. Più certezze su Villa Olmo. Per i lavori in corso non potrà essere usata, come in altre occasione, da base dell’evento.

Il percorso
Il Giro di Lombardia 2017 partirà sabato 7 ottobre da Bergamo e si concluderà a Como. Nel finale sono previsti il passaggio da Ghisallo, Muro di Sormano, Civiglio e San Fermo. A grandi linee ci sarà lo stesso percorso del 2015, che però non potrà essere uguale: due anni fa, infatti, la corsa è passata dal ponte di Annone Brianza, crollato lo scorso 28 ottobre. Servirà un’alternativa. Infine all’ingresso a Como da via Rienza si potrebbe girare in via Ambrosoli non dalla Briantea, ma da via Federico Piadeni
Massimo Moscardi

Giro di Lombardia e Gran Fondo: si avvicina il weekend consacrato al ciclismo