Il Lario ottiene una stella Michelin in più. Nell’ultima edizione della prestigiosa guida gastronomica rossa i ristoranti della provincia di Como che possono fregiarsi di una stella salgono infatti da 5 a 6.
È il ristorante “Berton al Lago” del lussuoso hotel “Il Sereno” di Torno, ospitato nel complesso di Villa Pliniana, a far brillare una stella in più in riva al Lario.
Per lo chef Andrea Berton in realtà non è una novità ma una conferma, visto che è già “stellato” nel ristorante di Milano, che porta il suo nome, aperto nella rinnovata area di Porta Nuova, a due passi da piazza Gae Aulenti e dalla stazione ferroviaria di Porta Garibaldi.
La Stella conquistata da Berton in riva al Lario è condivisa con Raffaele Lenzi, capo chef del ristorante dell’hotel “Il Sereno”.
Per quanto riguarda le altre cinque stelle presenti sul territorio comasco, si tratta di conferme rispetto alla precedente edizione della Guida Michelin.
Continuano infatti a poter vantare una stella il ristorante “Il Cantuccio” di Albavilla, il “Mistral” del Grand Hotel Villa Serbelloni di Bellagio, dove lo chef Ettore Bocchia ha introdotto nel menu la cucina molecolare, il ristorante “Da Candida” di Campione d’Italia, la “Locanda del Notaio” a Pellio Intelvi e, infine, il ristorante “I Tigli in Theoria” di Como, unica presenza cittadina tra i locali stellati.
In tutta Italia la Guida Michelin ha assegnato, nell’edizione 2018, ben 356 stelle. In nove ristoranti la valutazione attribuita raggiunge il massimo livello (tre stelle), i locali con due stelle sono 41 e quelli che ne hanno ottenuta una sono 306.
La Lombardia conta in tutto 2 ristoranti “tre stelle”, 6 “due stelle” e 55 locali premiati con una sola stella. Tra questi ultimi, Como ne vanta 6 superando sia la provincia di Lecco, ferma a tre, sia quella di Varese, che ne annovera quattro.