Una cerimonia religiosa nella chiesa ortodossa di via Tommaso Grossi a Como

Una cerimonia religiosa nella chiesa ortodossa di via Tommaso Grossi a Como

Comunità ortodossa sotto sfratto. Il Comune di Como ha infatti messo in vendita lo stabile di via Tommaso Grossi che ospita la chiesa ortodossa del capoluogo. Il vicario generale della comunità lancia un appello affinché Palazzo Cernezzi trovi un altro spazio dove poter svolgere i riti religiosi.
«Siamo una piccola e modesta comunità ortodossa – spiega il religioso -, la prima realtà storica di Como che da 16 anni celebra le funzioni in uno stabile concesso dal Comune in comodato d’uso gratuito. Quando ci fu assegnato, l’edificio era completamente abbandonato e in cattive condizioni, utilizzato all’epoca da un artigiano. Noi lo abbiamo trasformato e messo in sicurezza, creando un luogo di culto che in 16 anni è diventato una casa per tante anime e un punto di aggregazione culturale e religiosa per la nostra comunità».
Il vicario chiede all’amministrazione un nuovo spazio dove potersi riunire. «Ci hanno detto che se non lasciamo lo stabile di via Tommaso Grossi, dovrà intervenire la polizia – sottolinea il vicario – Noi non abbiamo possibilità finanziarie per affittare un locale, non abbiamo alcun aiuto. Siamo cristiani ortodossi, residenti e lavoratori a Como e paghiamo le tasse in questa città, vorremmo solo trovare uno spazio adeguato dove poter pregare».
Dal Comune arriva la risposta dell’assessore al Patrimonio: «Lo stabile è nell’elenco di quelli in alienazione ed entro il 2019 deve essere libero, anche perché tutte le concessioni sono scadute – spiega Francesco Pettignano – Per assegnare un nuovo spazio, come accade per tutti i luoghi di culto, è necessaria una concessione adottata nel Piano di governo del territorio. Ci sono da compiere dei passaggi burocratici che ad oggi sono però bloccati anche a livello regionale».

This article has 2 commenti

  1. Stupisce l’assoluto silenzio del vescovo di Como..Gli ortodossi sono cristiani e la chiesa di questa città è proprietaria di innumerevoli chiese vuoto e sconsacrate in buono stato.ed un immenso patrimonio immobiliare. Dov’è finito l’ecumenismo e la solidarietà e la fratellanza cristiana.?

  2. Vale anche per i mussulmani?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.