Il latino sbarca a “Zelbio Cult”
Cultura e spettacoli, Territorio

Il latino sbarca a “Zelbio Cult”

Nicola Gardini
Nicola Gardini

A Zelbio, dal 7 luglio al 1 settembre, tornano gli appuntamenti con i grandi nomi del giornalismo, del teatro, della letteratura, dell’arte e della musica, invitati nella piccola località lariana da Armando Besio, giornalista di “Repubblica”.
E quest’anno tre novità: il design, la poesia e il latino. Zelbio, un piccolo paese di grande fascino a 800 metri d’altezza sul ramo comasco del Lario, ospita il festival “Zelbio Cult – Incontri d’autore su quell’altro ramo del lago di Como”. Giunto all’undicesima edizione, è organizzato da un gruppo di amici, in collaborazione con la Pro Loco e la Biblioteca comunale. Motore e ideatore del programma è il giornalista Armando Besio: innamorato di Zelbio, paese natale della famiglia materna.
Sabato 7 luglio il festival inaugura con una serata – omaggio a Giorgio Gaber: Gian Piero Alloisio, suo stretto collaboratore e amico di lungo corso, a quindici anni dalla scomparsa del grande artista, porta sul palco uno spettacolo di Teatro Canzone: “Il mio amico Giorgio Gaber. Tributo affettuoso a un uomo non superficiale”, che è anche un libro (Utet).

Sabato 14 luglio si parla di editoria, di libri e di intrecci familiari con Luca Formenton: l’incontro è intitolato “Libri in casa. Due o tre cose dei Mondadori, la mia famiglia”. Dal 1993 Formenton è editore de Il Saggiatore, marchio indipendente fondato nel 1958 da Alberto Mondadori, suo zio: in occasione dei 60 anni della casa editrice, ci racconta aneddoti, e alti a bassi dell’attività editoriale e della famiglia Mondadori – Formenton.

Sempre di storie di famiglia, ma nel mondo del design, si parla venerdì 20 luglio con Chiara Alessi, pronipote degli industriali Alessi e Bialetti, saggista ed esperta di design, curatrice dell’XI edizione del Triennale Design Museum. L’incontro è intitolato “Le caffettiere dei miei bisnonni”, come il libro da poco pubblicato (Utet), dove spiega appunto perché è finita l’epoca delle icone nel design italiano.
Si prosegue sabato 28 luglio con un tuffo nell’antico ma sempre attuale latino: Nicola Gardini, studioso milanese professore a Oxford ci spiega “Le 10 parole latine che raccontano il nostro mondo”, titolo del suo ultimo saggio (Garzanti). In questo personalissimo vocabolario ideale, spaziando tra la storia e la filosofia, tra grandi classici e scrittori moderni, Gardini sceglie dieci parole che a suo dire hanno formato e continuano a formare il nostro tempo e la nostra civiltà, e attraverso le quali è possibile leggere in controluce un frammento della storia di tutti noi. Gardini è anche autore del bestseller “Viva il latino” (Garzanti).
Domenica 29 luglio nella chiesa parrocchiale di San Paolo l’Orchestra milanese “I pomeriggi musicali” esegue Holberg Suite di Edvard Grieg; Antiche arie e danze di Ottorino Respighi e la suite numero 3 e Serenata per Archi op. 48. di Tchaikovskij.

Da segnare in agenda anche l’incontro di giovedì 9 agosto con una serata sul filo della memoria e della nostalgia con aneddoti, ricordi e qualche bella canzone: “C’era una volta il contrabbando sul lago” è il racconto di Davide Van De Sfroos e Cecco Bellosi. I due cantastorie del lago di Como hanno pescato a piene mani non solo tra i cavedani, ma anche nelle narrazioni degli irregolari, così piene di ribellione e avventura. Una serata che permette di portare il Lario in primo piano: oggi splendida mèta turistica, un tempo terra povera, con artigiani, pescatori, artisti e contrabbandieri. Una serata che serve (anche) per ritrovare i segni dell’identità e dell’appartenenza, tra musica e parole.

Gli incontri iniziano alle 21, ingresso libero, nel  Teatro Comunale di Zelbio, Piazza della Rimembranza. Info su www.zelbiocult.it.

14 giugno 2018

Info Autore

Lorenzo

Lorenzo Morandotti lmorandotti@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
agosto: 2018
L M M G V S D
« Lug    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
 Farmacie di turno 

   Ospedali   

   Trasporti   
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto