Il Politecnico celebra “Valori Primordiali”


politecnicowsIn mostra nella sede di via Natta

Il Politecnico di Milano, sede di Como, celebra nella Sala Nobile al primo piano della sede di via Natta con una mostra di lavori degli allievi lo storico movimento degli anni Trenta “Valori Primordiali”. I dispositivi luminosi esposti sono stati realizzati dai laureandi della Scuola di Design del Politecnico seguiti dai docenti del Laboratorio di Sintesi Finale del primo triennio  Francesco Murano, Enrico Bosa, Innocenzo Rifino, Diego Rossi e Gabriele Fumagalli.

La  mostra  è  stata  possibile  grazie  all’interessamento  della  prorettrice della sede lariana del Politecnico meneghino, la professoressa Maria Brovelli. Nell’allestimento è esposta anche una rara copia originale della rivista “Valori Primordiali”. La mostra propone  opere ispirate all’unico numero della rivista che fu  diretta da Franco Ciliberti. A ogni studente è stato assegnato un brano del periodico da interpretare con una installazione e un dispositivo luminoso presentati sia in versione modellino sia con un  esemplare funzionante in scala reale. La mostra propone alcuni  delle oltre 40 opere realizzate dagli studenti ora tutti neolaureati in Disegno Industriale. L’esposizione sarà aperta da venerdì 27 settembre (inaugurazione alle 12) a giovedì 4 ottobre dalle ore 10 alle ore 17, ingresso libero.

“Valori Primordiali” fu un movimento che prese vita a Como negli anni Trenta con l’omonima rivista fondata da Franco Ciliberti, Adriano Ghiron, Pietro Lingeri e Giuseppe Terragni. Il movimento disegna la linea di partenza di quella tradizione spirituale nella quale convergono alcune tra le voci più eccentriche e meno conosciute della cultura italiana sotto il fascismo, non a caso geograficamente collocate sull’asse Milano-Como.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.