Non ce l’ha fatta l’operaio comasco, vittima di un incidente sul lavoro in Svizzera. Ieri sera la Polizia Cantonale ha infatti comunicato la notizia della morte del 58enne di Dongo che verso le 13 era caduto da una altezza di circa otto metri in una azienda di via Violino a Manno.

Secondo quanto accertato dalla Polizia cantonale, l’uomo, mentre stava effettuando delle opere sul tetto, ha sfondato una copertura in plastica, finendo a terra. Sul posto sono intervenuti i soccorritori della Croce Verde di Lugano, che poi, dopo le prime cure, lo hanno portato in Ospedale, dove poi è spirato.