La Prefettura chiede all’Anas di prolungare almeno fino a fine ottobre i provvedimenti che regolano la circolazione dei mezzi commerciali e turistici sulla statale Regina e dispone un monitoraggio che proseguirà per tutto il mese di novembre. Le limitazioni al traffico, generalmente in vigore solo nel periodo clou della stagione estiva, dovrebbero essere estese alla luce della presenza sempre più numerosa di turisti, soprattutto stranieri, anche nel periodo autunnale.

Ieri mattina, il prefetto di Como, Bruno Corda, ha convocato una riunione con i responsabili di Anas, i Comuni del lago, le forze dell’ordine e le associazioni di categoria e ha chiesto di unificare i molteplici provvedimenti distinti varati negli anni nel tentativo di porre un freno al caos viabilistico che soffoca la Regina. L’obiettivo è mettere a punto un unico regolamento chiaro che disciplini la circolazione dei veicoli commerciali e turistici. Tra le proposte compare appunto quella di estendere i provvedimenti abitualmente previsti in estate anche al periodo autunnale.

Nel mese di novembre, come richiesto dalla Prefettura, sarà effettuato un monitoraggio dettagliato del numero e del tipo di veicoli in transito sulla Regina, sfruttando i servizi di videosorveglianza attivi nei comuni di Cernobbio e Tremezzina. L’obiettivo è accertare le cause delle situazioni di criticità che si verificano continuamente sulla strada per studiare possibili soluzioni. Le forze dell’ordine dovranno intervenire per gestire eventuali situazioni di emergenza. Agli albergatori ed esercenti è stato invece chiesto di studiare se e come sia possibile razionalizzare il transito dei pullman turistici. A fine novembre sarà convocato un nuovo incontro in Prefettura per valutare, in base ai dati del monitoraggio e alle proposte delle categorie, i contenuti del nuovo regolamento.