L’annuncio clamoroso di Nicastro e Felleca: il Calcio Como 1907 diventa americano
Sport

L’annuncio clamoroso di Nicastro e Felleca: il Calcio Como 1907 diventa americano

Un grattacielo di Miami, dove ci sarà la sede della società che controllerà il Como 1907

Il Como 1907 diventa a stelle e strisce. L’annuncio è del presidente Massimo Nicastro; la decisione è stata presa dopo una riunione fiume con l’altro socio, e amministratore delegato, Roberto Felleca.
In pratica negli Stati Uniti sarà costituita una società, con sede a Miami, in Florida, che di fatto controllerà il club lariano e a cui fare riferimento per quella che è la prima mossa ufficiale. «Abbiamo deciso un aumento di capitale di 2 milioni e 400mila dollari – spiega Massimo Nicastro – sarà sottoscrivibile negli Stati Uniti e farà capo, appunto, a questa nuova società; il Como ne sarà la capogruppo».
«Un aumento di capitale aperto a tutti – afferma ancora il presidente azzurro – e che vuole dare una dimensione internazionale al nostro club. Ho sempre sostenuto, e lo ribadisco, che la città di Como e la sua squadra devono avere una valenza non soltanto nazionale, ma deve guardare ad altri Paesi: questa vuole essere un prima mossa, che ha lo scopo di fare avvicinare al club investitori di ogni parte del mondo».
Massimo Nicastro riafferma gli obiettivi della società a questo punto lariano-americana. «Il nostro piano A prevede esclusivamente il ripescaggio in serie C – afferma il massimo dirigente – Ma noi consideriamo la Lega Pro un torneo di passaggio. Perché l’intenzione è di aspirare a categorie più alte, quelle in cui il Como, storicamente, si è sempre distinto e in cui ha fatto bene, disegnando pagine importanti della sua storia, come molti tifosi ben ricordano».
Da un punto di vista societario, la mossa di far diventare il Como un club americano «potrebbe portare un giorno la società alla quotazione alla borsa di New York». E poi: «Del resto questa non è una novità nel calcio moderno – sottolinea ancora Nicastro – Del resto anche Milan ed Inter sono di proprietà cinese. Lo stesso Liverpool, finalista di Champions, è di imprenditori statunitensi. Personalmente ritengo che anche per il Como 1907 si debba ragionare allo stesso modo».
Il presidente non si rivolge solo ad investitori internazionali, ma anche a quelli locali. «Certamente – dice – Posso affermare che ci sono già state manifestazioni di interesse negli Stati Uniti, con contatti con i miei commercialisti. Ma mi auguro che anche i comaschi decidano di dare una mano a questo che prima di tutto è un investimento che vuole portare a una crescita generale: i miei commercialisti e consulenti sono già a disposizione per fornire informazioni e per superare quelle che possono essere inevitabili diffidenze, visto che si parla di un altro Paese».
Dal canto suo l’amministratore delegato Roberto Felleca sostiene: «Con Massimo Nicastro c’è stata fin da subito grande intesa. Abbiamo condiviso questo progetto che ha lo scopo di valorizzare il Como, la sua storia e di regalare un futuro importante e ad alti livelli al club».
«Potevamo fare scelte intermedie – dice ancora Felleca – invece abbiamo deciso di optare per una svolta decisiva, sulla scia di quanto sta avvenendo nel calcio di oggi». I riferimenti sono quelli citati da Nicastro, il Liverpool su tutti: «Esatto – afferma l’amministratore delegato – Ma la novità è che questo ora avviene con un club di serie D che, speriamo, nella prossima stagione possa essere protagonista in Lega Pro».
Lo stesso Felleca pochi giorni fa proprio al Corriere di Como aveva spiegato quanto la sua linea telefonica fosse «rovente», per le tante persone interessate. «Questo aumento di capitale – dice ancora – sarà l’opportunità per chi vuole veramente avvicinarsi al Como di dare concretezza alle sue intenzioni».
L’amministratore delegato tiene infine a precisare: «Non vorrei che qualcuno pensasse si tratti di una fuga. Nicastro e io siamo ben intenzionati a rimanere a pieno titolo nel club. Abbiamo messo le basi della società in un Paese che, come tutti sanno, è molto rigido sul fronte fiscale e amministrativo: non possiamo permetterci errori. L’interesse è quello di far crescere il Como sotto ogni profilo, di dargli una dimensione internazionale e di garantirne il futuro. Una macchina funzionante, e non senza motore per chi arriverà un giorno al posto nostro».
Massimo Moscardi

23 maggio 2018

Info Autore

Redazione Corriere di Como

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


2 COMMENTI SU QUESTO POST To “L’annuncio clamoroso di Nicastro e Felleca: il Calcio Como 1907 diventa americano”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
ottobre: 2018
L M M G V S D
« Set    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
 Farmacie di turno 

   Ospedali   

   Trasporti   
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto