Parigi torna ad essere una meta gettonata

È un campionario variegato, quello dei luoghi prediletti dai comaschi che sono partiti – o stanno per partire – per un periodo di vacanza in coincidenza con le ferie del periodo fra Natale e Capodanno.
L’ultima statistica su questo fronte arriva dalla Camera di Commercio di Monza e dice che solo una famiglia lombarda su dieci ha scelto di mettersi in viaggio durante queste festività, un dato lievemente inferiore allo scorso anno. Complessivamente il giro d’affari generato è di circa 180 milioni di Euro.
Sulla scelta di partire o meno, inutile negarlo, influiscono anche le vicende legate al terrorismo, fattore che ha spinto una buona fetta di potenziali clienti a rimanere a casa.
E chi ha deciso di lasciare il Lario per qualche giorno che mete ha scelto? Come spiegato, il panorama è piuttosto vario. Ma, a grandi linee, si può dire che, come da tradizione, l’apprezzamento è per le capitali europee e per i luoghi al caldo.
Ma non mancano anche altre opzioni, come spiega Paolo Perazzoli di Viaggi Plinio. «Sono state molto apprezzate le nostre proposte di viaggio in pullman – afferma – in particolare quelle che prevedevano come meta la Toscana e la Maremma. L’impressione generale è che il pubblico si sia concentrato su mete in Italia».
«Le capitali europee sono sempre apprezzate – aggiunge – in particolare Londra e Parigi, un dato che, a dire il vero, non ci attendevamo, pensando alla paure legate al terrorismo. E, per rimanere in argomento, segnalo anche una cauta ripresa delle richieste delle partenze per Sharm El Sheikh, meta a buon prezzo che in passato era molto gettonata. Logico che le problematiche legate alla sicurezza abbiano messo in difficoltà, oltre noi operatori, anche chi non può permettersi mete a lungo raggio».

Per chi apprezza i posti al caldo il Kenya è decisamente apprezzato

Alla Boghi Viaggi di Cantù le richieste non sono troppo differenti. «Per le vacanze brevi le preferenze vanno alle capitali europee. Per chi, invece, vuole andare via per una settimana e al caldo, la proposta di maggiore successo è stata l’Oceano Indiano, in particolare il Kenya».
C’è anche chi ha scelto una destinazione di carattere religioso. «Abbiamo organizzato un pellegrinaggio a Medjugorje in occasione del Capodanno e abbiamo raccolto più di cinquanta adesioni».
Al pari della scorsa estate, alla Diligenza Viaggi di Anzano del Parco, molte richieste sono state per le Canarie. «La prevalenza dei clienti cerca un luogo dove le temperature siano miti – spiega il titolare, Fabrizio Riva – E le Canarie possono essere una soluzione meno costosa rispetto ai Caraibi, una meta che piace, ma che presenta spese maggiori».
«La Spagna è sempre apprezzata – aggiunge Riva – con la sua capitale Madrid. Ma ho avuto richieste anche per il Portogallo e in particolare per Lisbona. Chi invece non si preoccupa troppo delle temperature ha scelto come meta Vienna o Praga, sempre molto apprezzate».
Massimo Moscardi