Venerdì scorso i militari della Guardia di Finanza di Olgiate Comasco hanno denunciato a piede libero un italiano e un marocchino per illeciti penali previsti dal Testo unico sull’immigrazione.

Un mezzo della guardia di finanza

Un mezzo della guardia di finanza

Durante dei controlli sulle aziende, i finanzieri sono entrati in una ditta di Rovellasca. All’arrivo dei militari uno degli addetti si è dato alla fuga, scavalcando le recinzioni dell’azienda e di un’abitazione nelle immediate vicinanze. Il giovane è stato poi identificato e si è poco più tardi presentato spontaneamente dai finanzieri. Si tratta di un ventenne di origine marocchina sprovvisto di permesso di soggiorno. E’ stato denunciato per il reato di immigrazione clandestina. Segnalato alla Procura di Como il datore di lavoro.

Nei confronti del titolare della ditta sono state applicate anche sanzioni amministrative pecuniarie per violazione delle norme in materia di lavoro.
In questi mesi la guardia di finanza ha intensificato i controlli per contrastare l’economia sommersa, le frodi fiscali e l’impiego di manodopera irregolare o in “nero”, a tutela dell’economia legale e della concorrenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*