Sport

Leo Messi e il Como. La verità di Preziosi

altL’argentino non ha mai messo piede a Orsenigo
Ci sono voluti quattro anni e mezzo, ma alla fine Enrico Preziosi ha ceduto. Si torna a parlare della vicenda di Leo Messi che, per una leggenda metropolitana alimentata dallo stesso ex presidente del Como, in molti credono abbia fatto un provino a Orsenigo e sia stato bocciato da altri dirigenti azzurri. Ora la questione è stata ricalibrata.
In una intervista sul “Corriere della Sera” di ieri, Preziosi ha specificato: «Messi mi fu proposto da Favero, nostro osservatore in Argentina.

Mi parlò di questo fenomeno di 14 anni che costava 50mila dollari. Non l’ho scartato, non me la sentii di scommettere quella cifra per un ragazzo giovane e un po’ gracile».

Ben diverso dalle parole dell’aprile 2010, che riportiamo: «Quando ero presidente del Como avemmo Messi per un provino. Aveva 15 anni e lo scartammo. Lo seguivamo da tempo e già all’epoca era un fenomeno – disse l’attuale patron del Genoa – Non si decise di prenderlo per varie situazioni. E, come spesso accade, qualche volta si fanno errori. Ma molto spesso sono i direttori sportivi che si occupano dei ragazzi giovani, che decidono di ingaggiarli o no. Non voglio scaricare la colpa, ma è stato così».
Dopo quelle dichiarazioni, il “Corriere di Como” ha sentito numerosi testimoni dell’epoca. Nessuna prenotazione di aereo o di albergo per il calciatore e la sua famiglia. Nessuno si ricordava di aver visto Messi a Orsenigo – dirigenti, allenatori del vivaio e collaboratori – e si arrabbiarono non poco i direttori sportivi del 2002, Antonino Imborgia e Carmine Gentile, che si sentirono chiamati in causa come i responsabili della scelta di congedare il talento argentino.
Nel dubbio avevamo scritto anche al Barcellona che, sentito Leo Messi, ci confermò attraverso l’ufficio stampa: «Leo Messi non si è mai allenato a Como».
Eppure la leggenda metropolitana è andata avanti, con tanti commentatori che l’hanno alimentata senza magari andare a verificare tutte le fonti per cercare di rileggere come sono andati i fatti.
Alla fine è stato Preziosi a metterci una pietra sopra: Messi gli è stato segnalato e la risposta è stata «no». A Orsenigo ora possono dormire sonni tranquilli: l’argentino non ha mai messo piede in Brianza.
A voler essere pignoli, però, ci sarebbe una ulteriore precisazione da fare. Enrico Preziosi nella sua intervista al “Corriere della Sera” parla di Leo Messi «fenomeno di 14 anni». Leo Messi è nato nel 1987; nel 2000 si è trasferito al Barcellona. A 14 anni era già nel settore giovanile dei catalani, che lo hanno adottato con tutta la famiglia; impossibile pensare che i blaugrana lo volessero trattare. Più facile pensare che la segnalazione sia arrivata prima quando, tra l’ altro, Imborgia e Gentile non erano sul Lario.
Ma, al di là delle date, piace pensare che alla fine sia stata chiarita una vicenda che comunque non aveva fatto fare bella figura a tante persone che. in quel periodo. lavoravano nel Como e che. in un modo o nell’altro. erano state chiamate in causa.

Massimo Moscardi

Nella foto:
Ironia dal 2010
La storia del presunto provino di Messi al Como va avanti da quattro anni e mezzo. I tifosi del Como ci hanno anche scherzato, con un simpatico fotomontaggio (sopra). A destra, dall’alto, i protagonisti della vicenda: Enrico Preziosi e Leo Messi in un’immagine dal suo sito Facebook
13 Novembre 2014

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
Dicembre: 2018
L M M G V S D
« Nov    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l.
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto