Centro immigrati di via Regina

Centro immigrati di via Regina

In attesa di capire se sarà il ministero dell’Interno ad acquistare i 50 container oggi sistemati nel centro di via Regina, rimane ferma una certezza. «Il campo doveva essere e sarà temporaneo – spiega il vicesindaco è deputata lariana della Lega, Alessandra Locatelli – È nata per essere una struttura a tempo e così dovrà essere (nonostante sia ormai operativa da tre anni)». Il tema è tornato di stretta attualità perchè in base all’ultimo aggiornamento, il bando per identificare il soggetto per il «servizio di noleggio dei monoblocchi dal 1° luglio al 31 dicembre» è stato revocato. Questo non perché si è prossimi allo smantellamento della struttura, ma, come richiesto dal ministero dell’Interno, affinché si valuti la possibilità di provvedere all’acquisto dei moduli abitativi. Il precedente bando prevedeva il servizio fino a fine 2018, con la facoltà, da parte della Prefettura, «di prorogare il servizio per un periodo di sei mesi, qualora necessario».
Le intenzioni dunque non sono ancora chiare. «Con ogni probabilità, ma non ne ho certezza, il ministero potrebbe acquistare per non doverli noleggiare ancora. Ma ciò non significa che il campo rimarrà aperto ma solo che, finito il loro utilizzo a Como, rimarranno nella disponibilità del ministero che li utilizzerà magari su altri fronti emergenziali», spiega sempre Alessandra Locatelli. E del campo di via Regina si è parlato anche nei giorni scorsi quando il ministro dell’Interno Matteo Salvini è arrivato in città. «Come detto in quell’occasione – conclude il vicesindaco Locatelli – la struttura di via Regina è uno dei dossier aperti sul tavolo del ministro che verrà sicuramente analizzato non appena ci sarà il tempo necessario anche per affrontare questo problema».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.