Lo scippo della borsetta questa volta si è infranto prima contro il motore dell’auto dei malviventi – che non si è messa in moto – poi contro i vigilantes del centro commerciale e i carabinieri della Tenenza di Mariano Comense, che hanno arrestato i responsabili. È finito davanti al giudice monocratico di Como, con un processo per direttissima, il tentato furto avvenuto nel parcheggio dell’Iperal di via XX settembre. In manette sono finiti due peruviani residenti a Milano (35 e 40 anni) già ben noti alle forze di polizia.

I due – secondo quanto ricostruito dall’accusa – avrebbero atteso che un’anziana donna di 85 anni di Mariano Comense, riponesse la borsetta in auto per poi andare a lasciare il carrello. Uno dei due a quel punto avrebbe aperto la portiera della vettura, rubando la borsetta e scappando. L’auto del complice in attesa non si sarebbe però messa in moto, consentendo ai vigilantes di arrivare. Uno dei due ha anche tentato la fuga a piedi verso la stazione, ma è stato preso poco dopo dai carabinieri. Processati per direttissima, hanno patteggiato 4 mesi.