La gioia di Marco Ferradini dopo la sua esibizione

Momenti appassionanti  all’insegna della musica “vintage” come da tradizione. Su Rai1 ieri sera, venerdì, è andata in scena la puntata numero 74 della fortunata trasmissione “I migliori anni”. Protagonisti anche due cantanti lariani, Ivana Spagna e Marco Ferradini. Ivana Spagna, che da tanto tempo vive sulle rive del Lario, ha aperto la trasmissione, cantando nei primi minuti “Gente come noi”, che portò al Festival di Sanremo del 1995 e che si classificò al terzo posto. Un brano che segnò una svolta nella sua carriera, con i testi in italiano e virati alla melodia, dopo anni di vertice nelle classifiche con pezzi pop in inglese.

Tutti in piedi per Marco Ferradini

Subito dopo Alan Sorrenti, che ha presentato la sua storica hit “Tu sei l’unica donna per me” sul palco è salito Marco Ferradini. Comasco doc, e cresciuto in Valle Intelvi, Ferradini ha riproposto la sua canzone più famosa, “Teorema”, del 1981. Il cantante lariano  prima di andare in onda ha peraltro postato alcune simpatiche foto sulla sua pagina di Facebook, prima con il collega Silvio Pozzoli e poi mentre si faceva sistemare i capelli.  Poi la diretta, con una rappresentazione decisamente grintosa della sua hit che ha trascinato il pubblico.

Alla fine per lui è stata “standing ovation” con un Ferradini che ha ringraziato, non ha nascosto la sua gioia,  e ha sottolineato la sua soddisfazione nel vedere “tanti giovani cantare la mia canzone. Mi avete emozionato. Evidentemente le tecnologie cambiano, il mondo progredisce, ma i sentimenti sono sempre forti e sono quelli che ci comandano”. Poi il cantante comasco ha voluto ricordare Herbert Pagani, che con  lui ha scritto “Teorema”, ora scomparso e ha chiuso con un benaugurante “speriamo di fare tante belle canzoni come questa”.  Poi l’uscita tra applausi scroscianti e il presentatore Carlo Conti che definiva “Teorema” un “capolavoro”.

Ivana Spagna ieri sera su Rai1

Ivana Spagna, veronese d’origine ma da tanto tempo comasca, è poi rientrata nel finale con una delle sue canzoni  più conosciute, “Easy lady”, tormentone del 1987 che anche ieri sera ha fatto ballare il pubblico in studio e, sicuramente, tanti suoi fans che la seguivano da casa. Una curiosità, Spagna si è presentata sul palco con la giacca che utilizzava trent’anni fa quando era in testa a tutte le classifiche, non soltanto in Italia. Il pezzo ebbe successo anche in Sud America e in Australia e, oltre che nel nostro Paese, si piazzò in testa alla classifica di vendita in Francia. Il suo avversario dell’epoca? “Papa don’t preach” di Madonna.

Massimo Moscardi

Ivana Spagna mentre canta “Gente come noi e apre la puntata di “I migliori anni”