Multiutiliy, verso la società unica del Nord Lombardia
Economia, Territorio

Multiutiliy, verso la società unica del Nord Lombardia

Prende sempre più corpo e consistenza il progetto di costruzione della grande multiutility del Nord pedemontano lombardo.
Acsm-Agam, Aspem, Lario Reti holding, Aevv e A2a, che lo scorso 1° aprile avevano firmato una lettera d’intenti e dato mandato a un advisor di studiare il possibile percorso di fusione, sono in dirittura di arrivo. In un comunicato ufficiale spiegano infatti che è stato «condiviso un documento tecnico in cui sono state delineate le possibili linee guida dell’operazione nonché le prime valutazioni».
Tradotto dal linguaggio formale destinato agli operatori di Borsa (A2a e Acsm-Agam sono infatti quotate), il messaggio è chiaro: la fusione si farà. E in tempi molto stretti.
Entro la fine dell’anno lo stesso advisor che si è occupato della prima parte del progetto proporrà una ipotesi di governance.
Le società multiutility delle province pedemontane (Varese, Lecco, Como, Monza e Sondrio) assieme ad A2a daranno vita a un piccolo “colosso” da mezzo milione di clienti.
A2a, che oggi possiede partecipazioni in tutte queste società, sarà l’azionista di riferimento con quasi il 40% del capitale sociale. La città di Como, che porta in dote la sua parte di Acsm-Agam, dovrebbe arrivare a possedere tra il 10 e il 12% del pacchetto azionario. Anche se non c’è tuttora nulla di sicuro, si può facilmente immaginare la scelta di far “ruotare” tra tutti i soci la presidenza e gli altri incarichi.
La multiutility del Nord Lombardia, una volta nata, potrebbe essere la quinta per importanza in Italia. E partecipare alle future gare per gas, acqua e altri servizi con concrete speranze di vincerle.
La parola finale sarà data ai consigli comunali delle città che oggi detengono i pacchetti azionari delle varie società chiamate a fondersi. Un passaggio non soltanto formale, durante il quale si svilupperà sicuramente un dibattito tra favorevoli e contrari.

6 dicembre 2017

Info Autore

Redazione Corriere di Como

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Archivio
novembre: 2018
L M M G V S D
« Ott    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto