#Nonlasciatecisoli: l’Asst lariana chiede più sicurezza per i lavoratori e un tavolo di confronto regionale
Città, Sanità

#Nonlasciatecisoli: l’Asst lariana chiede più sicurezza per i lavoratori e un tavolo di confronto regionale

L'ospedale Sant'Anna di San Fermo
L’ospedale Sant’Anna di San Fermo

Troppe aggressioni durante l’attività in ospedale: con l’hashtag #nonlasciatecisoli, la rappresentanza sindacale unitaria dell’Asst lariana lancia l’allarme e chiede più sicurezza per medici, infermieri e personale sanitario. I sindacati si rivolgono con una lettera al governatore lombardo Attilio Fontana e all’assessore al Welfare Giulio Gallera e annunciano un presidio dei lavoratori venerdì 15 giugno sotto la Prefettura di Como, dalle 9.30 alle 12. Un incontro con il Prefetto Bruno Corda è già stato fissato per le 10.30. «Manifestiamo la nostra preoccupazione per il mancato interesse delle istituzioni – dicono le Rsu – sul posto di lavoro. Minacce, aggressioni fisiche e verbali, danneggiamenti, in particolar modo in Pronto soccorso non sono più eventi straordinari, ma fanno ormai parte della quotidianità». A tal proposito, le Rsu denunciano i continui tagli e le riforme sanitarie regionali a costo zero che hanno impedito un funzionale adeguamento del personale alle nuove esigenze sanitarie. I sindacati chiedono l’attivazione di un tavolo regionale sulla sicurezza.

12 giugno 2018

Info Autore

Fabrizio

Fabrizio Barabesi fbarabesi@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
ottobre: 2018
L M M G V S D
« Set    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
 Farmacie di turno 

   Ospedali   

   Trasporti   
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto