«Il mese di novembre ci consegna numeri più positivi rispetto all’ultima rilevazione di settembre» questo il commento del presidente di Unindustria Como, Fabio Porro sull’ultima analisi congiunturale.

«Sono numeri più simili a quelli della primavera, anche se, ancora una volta, è l’estero che sostiene la domanda – prosegue il presidente – È evidente che servono misure per ridare vigore alla domanda interna. Alcune di esse, come i bonus per l’efficienza energetica o le detrazioni per i recuperi edilizi, sono contenute nella legge di bilancio, ma rappresentano una cura insufficiente per questo Paese ancora malato». La vera iniezione di adrenalina secondo il numero uno di via Raimondi è rappresentata da una rinnovata capacità di attrazione degli investimenti che, ancora, non si vede in nessun provvedimento legislativo.

«Semplificazione e detassazione per le nuove imprese sono l’imperativo che dovrebbe essere messo sul tavolo di ogni Esecutivo. Giudizio positivo – conclude il Presidente di Unindustria Como – per il sostegno all’Industria 4.0 promosso attraverso una serie di misure economiche specifiche, visto che rappresenta un elemento imprescindibile per la competitività delle nostre imprese».