L’ex Cotonificio Somaini di Lomazzo cresce ancora: si è appena tenuta la cerimonia di inaugurazione del terzo lotto del Parco scientifico tecnologico ComoNext, ma di fatto per l’incubatore comasco non ci sono mai stati sostegni da parte della Regione. Lo denuncia Angelo Orsenigo, consigliere regionale del Pd, che ricorda come, in fase di bilancio, a dicembre scorso, “il Pd aveva chiesto un milione in più per il nostro parco tecnologico, ma la Giunta Maroni aveva detto no”.

Il predecessore di Orsenigo, Luca Gaffuri, aveva presentato un emendamento al bilancio 2018. “Potevano benissimo recuperare le risorse dagli accantonamenti e destinarli alla missione ‘Sviluppo economico e competitività’, nel programma dedicato a Ricerca e innovazione – spiega ora Orsenigo –. Ma non c’è stato verso: Maroni e la sua maggioranza hanno bocciato l’emendamento”.

Per il consigliere Pd, “la nostra richiesta andava nella direzione di quanto già fatto altrove, in Lombardia: in analogia a quanto avvenuto con la legge regionale 22/2017 relativamente al Parco tecnologico Padano-Science park di Lodi, si poteva autorizzare un contributo straordinario per il Parco scientifico tecnologico ComoNext di Lomazzo. E le motivazioni erano chiare: l’alto valore strategico della struttura, quale motore dello sviluppo, del trasferimento dell’innovazione e della crescita della nuova imprenditoria avanzata sul territorio, anche nella prospettiva data dalla vicinanza del parco al territorio svizzero e al suo insistere in area di confine. Reitereremo la richiesta. Speriamo che questa volta il nuovo presidente la accolga”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.