Un momento dello spettacolo "Il paese delle facce gonfie"

Un momento dello spettacolo “Il paese delle facce gonfie”

Lunedì 8 gennaio  il ciclo “Connessioni controcorrente” torna alla Piccola Accademia di via Castellini 7 a Como per un nuovo appuntamento pomeridiano con la rassegna I pomeriggi del lunedì che affianca teatro e merenda; in scena dalle 15.30 Il paese delle facce gonfie di e con Paolo Bignami, drammaturgo comasco capace di stimolare la riflessione civica con ironia pungente. Alla fine dello spettacolo, tè e biscotti.

Il racconto parla di un disastro ambientale annunciato, che avrebbe potuto come molti altri essere evitato. «Era il 10 luglio, una terra senza colpe, bambini nei cortili giocavano nel sole», canta Venditti riportando alla memoria l’estate del 1976 di Seveso. Ne Il paese delle facce gonfie ad avere la parola è un uomo che vorrebbe tornare bambino, a quando le nuvole gli passavano sopra la testa ed erano desideri che aspettavano di prendere forma; e il bambino ritorna, nel linguaggio e nello sguardo, ingenuo e insieme dissacrante mentre racconta gli avvenimenti.

L’iniziativa è come detto parte del progetto Connessioni controcorrente, percorso di rigenerazione culturale urbana firmato Arci Xanadù, Ecoinformazioni, TeatroGruppo Popolare e realizzato con il contributo di Fondazione Cariplo. Ingresso 5 euro.

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*