«Il Lago di Como? Bellissimo. Ci sono stato con mia moglie e ricordo i bei panorami e… la pasta». Carlos Alberto Parreira era il personaggio più atteso al simposio dell’Associazione europea degli allenatori, che si è chiuso ieri nella nostra città.
Un evento di grande valenza tecnica, che ha portato nomi importanti del calcio sul Lario: Parreira, appunto, tecnico del Brasile campione del mondo nel 1994. E poi Fabio Capello, intervenuto ieri pomeriggio e Gianni De Biasi, commissario tecnico dell’Albania.
Due giornate che comprendevano anche l’assemblea dell’associazione e in cui al centro dell’attenzione ci sono stati temi di grande valenza tecnica. Di fronte ai relatori, i rappresentanti delle associazioni allenatori di 50 Paesi. La delegazione italiana – che curava l’organizzazione – era capitanata dal presidente Renzo Ulivieri e dal vice Luca Perdomi.
Carlos Alberto Parreira, prima di intervenire al simposio ha rilasciato una intervista al “Corriere di Como” – visibile sulla pagina Facebook del nostro giornale – in cui ha anticipato il tema che avrebbe poi affrontato di fronte ai delegati: il Brasile tra passato, presente e futuro. «Mi ha fatto piacere essere chiamato a questo incontro dal presidente Aefca, Walter Gagg – ha detto – Mi piace ricordare che Italia e Brasile hanno vinto assieme nove titoli mondiali: rappresentano la storia del calcio».
«Per quanto riguarda la Nazionale del mio Paese – ha aggiunto – abbiamo un passato di gloria e un presente con anni recenti non buoni. Ma mi piace guardare al futuro: dobbiamo ripartire dagli errori commessi nel passato, correggerli e guardare avanti. In Brasile e in Italia abbiamo grande passione, le potenzialità, i giovani da far crescere e tanti giocatori. Ci si deve organizzare, ma sono sicuro che il Brasile potrà tornare ancora al top».
Non può mancare una opinione sull’Italia: «Quando parte una Coppa del Mondo e mi chiedono le favorite, io indico sempre Brasile, Germania, Italia e Argentina. Perché sono Paesi dove ci sono una consolidata tradizione, passione, organizzazione, qualità. E soprattutto c’è una storia importante: per questo motivo ho sempre grande considerazione per l’Italia e per il suo calcio, che rimane sempre al top. E sono sicuro che assieme al Brasile la vostra Nazionale tornerà ai massimi livelli nelle più importanti competizioni internazionali».
Un evento che si è chiuso ieri sera allo stadio Sinigaglia con un triangolare benefico che ha visto sfidarsi la Nazionale Fashion, una rappresentativa Aefca e le vecchie glorie del Como, compreso l’attuale mister Fabio Gallo. In campo anche Damiano Tommasi, attuale presidente dell’Associazione Italiana Calciatori.
Nella foto, Carlos Alberto Parreira e Gianni De Biasi

Massimo Moscardi