Da domani vengono accorpate l’unità operativa di Chirurgia generale e la Chirurgia generale a indirizzo vascolare e toracico dell’ospedale Sant’Anna di San Fermo.
Roberto Caronno, già primario della Chirurgia generale a indirizzo vascolare e toracico dirige l’unica struttura complessa di Chirurgia Generale. L’accorpamento giunge dopo il pensionamento del primario della Chirurgia generale, Pier Giuseppe Capretti.
«Questa nuova configurazione – spiegano dal Sant’Anna – consentirà di riorganizzare, perfezionare e potenziare ulteriormente questo settore specialistico. Non cambierà l’offerta finora garantita dal presidio di via Ravona né la sua capacità di essere un punto di riferimento per la cittadinanza sia per l’attività in emergenza-urgenza sia per quella programmata».
L’accorpamento è inoltre previsto dal nuovo Piano di organizzazione aziendale strategico (Poas), approvato dalla Regione.
Il numero complessivo dei chirurghi generali rimane invariato (20 professionisti). «Con un unico primario sarà più agevole gestire i turni di guardia e reperibilità e garantire un potenziamento della capacità produttiva» spiegano sempre dal Sant’Anna.
Nei prossimi mesi saranno assunti nuovi professionisti specializzati in chirurgia generale. Inoltre, è già stato effettuato il perfezionamento dell’organico degli ambiti disciplinari vascolare e toracico con due assunzioni. Confermata infine la sinergia operativa con la struttura semplice dipartimentale a indirizzo polispecialistico per le Urgenze, diretta da Daniele Lovotti.