Palazzo Cernezzi, sede del Comune di Como

Palazzo Cernezzi, sede del Comune di Como

«Come Comune gemellato con le due città di Nablus, in Palestina, e Netanya, in Israele, Como condanni ogni azione di forza o unilaterale che aggravi la situazione di tensione nel Medio Oriente». Lo chiedono, con una mozione appena depositata, Stefano Fanetti, Patrizia Lissi e Gabriele Guarisco, consiglieri comunali del Partito Democratico del capoluogo lariano.

Con loro anche Tommaso Legnani, segretario cittadino del Pd.

I tre consiglieri del Pd ricordano nella loro mozione che «il Comune di Como è una fra le prime città al mondo a essere stata insignita del titolo di Città messaggera di pace dall’Onu ed è membro di altre associazioni attive sui temi della pace, dei diritti e della cooperazione internazionale»

Fanetti, Lissi e Guarisco esprimono nel loro documento anche «dolore e solidarietà per le vittime uccise dall’esercito israeliano durante le proteste del 14 maggio 2018 lungo il confine con Israele».

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*