I protagonisti della serata organizzata nell’auditorium di Corriere di Como ed Etv

Bagno di folla per i protagonisti dello sport lariano, ospiti dell’auditorium di Espansione Tv e “Corriere di Como” per una serata organizzata dal Comune nell’ambito della “Settimana dell’infanzia e dell’adolescenza”. A oltre un centinaio di ragazzi hanno raccontato le loro esperienze Patrick Cutrone, calciatore del Milan, il campione paralimpico di ciclismo Roberto Bargna, il pluri-iridato di vela Roberto Spata (vela), il pugile Suat Laze, l’ultramaratoneta Michele Evangelisti, l’ex azzurra di canottaggio Sara Bertolasi e Viviana Ballabio, storico capitano della Comense di basket.

Per tutti entusiasmo alle stelle, applausi, selfie e richieste di autografi. Non solo per Cutrone, che è il personaggio del giorno (era reduce dalla doppietta in Europa League con il Milan contro l’Austria Vienna) ma anche per gli altri campioni.
Da tutti è arrivato un messaggio importante: bisogna credere nelle proprie passioni, lavorare per raggiungere gli obiettivi ed essere caparbi.

Particolarmente emozionante il momento in cui Roberto Bargna ha raccontato dei momenti dopo l’incidente in cui ha perso il braccio ed ha avuto la forza di rinascere; Sara Bertolasi si è commossa nel ricordare i momenti al villaggio olimpico; Viviana Ballabio ha voluto ripercorrere i suoi inizi di carriera piuttosto che parlare delle vittorie con la Comense; Michele Evangelisti, che corre maratone lunghe centinaia di chilometri, ha esposto la lezione che viene dallo sport: «Anche quando non si ha la voglia, ci si deve allenare e credere negli obiettivi» ha detto; il velista Roberto Spata ha simpaticamente raccontato che aveva paura dell’acqua; il pugile Suat Laze ha puntato sulla cultura del lavoro e sul credere in se stessi; Patrick Cutrone si è soffermato sulla sua storia, dalla squadra di Parè fino al Milan, i sacrifici che ha fatto e non ha nascosto la sua gioia per la bella prova in coppa con i rossoneri.
Massimo Moscardi

Il milanista Patrick Cutrone