La Regione risponde all’appello dei dipendenti dell’ospedale Sant’Anna, sul piede di guerra per la carenza di parcheggi e per la mancanza di risposte dall’amministrazione comunale di San Fermo della Battaglia. Il sottosegretario Alessandro Fermi si dice pronto a parlare con il sindaco Pierluigi Mascetti, mentre il consigliere regionale dell’opposizione Luca Gaffuri annuncia la richiesta di un’audizione in commissione Sanità.
La protesta dei dipendenti è esplosa nei giorni scorsi, dopo un intervento del Comune di San Fermo visto come una beffa: lo sconto sulle tariffe della rimozione dei veicoli lasciati fuori dagli spazi nell’area dell’ospedale Sant’Anna. «Invece che sedersi a un tavolo e ragionare su possibili soluzioni al caos dei parcheggi – ha attaccato il coordinatore delle rappresentanze sindacali unitarie del Sant’Anna Massimo Coppia – si saccheggiano per l’ennesima volta le tasche delle persone».
Al termine di una riunione congiunta con tutti i rappresentanti sindacali, nel febbraio scorso, l’Asst Lariana aveva preso una posizione ufficiale, diffidando il Comune di San Fermo e chiedendo «il ripristino delle condizioni previste dalla convenzione sulla sosta dei dipendenti del presidio ospedaliero». «A causa della mancanza di spazi per la sosta si rischia l’interruzione di pubblico servizio», avevano attaccato i rappresentanti del personale.
Nonostante la presa di posizione però, non è stata aperta alcuna trattativa, mentre rimane il problema della mancanza di posti. «Chiediamo l’intervento della Regione, che è tra i firmatari dell’accordo di programma sull’ospedale», dicono dunque i rappresentati dei dipendenti.
Un appello al quale ieri sono arrivate le prime risposte. «Mi impegno personalmente a parlare con il sindaco di San Fermo della Battaglia Pierluigi Mascetti per fare il punto della situazione – dice il sottosegretario di Regione Lombardia Alessandro Fermi, esponente comasco di Forza Italia – L’accordo di programma è stato stipulato al momento della realizzazione del nuovo ospedale, credo che ora, a bocce ferme si possano fare nuove valutazioni che possano contemperare le esigenze di tutti». «Mi prendo l’onere di ragionare con il sindaco su possibili soluzioni che possano andare incontro alle esigenze dei dipendenti, che naturalmente comprendo».
Annuncia invece la richiesta di una riunione ad hoc della commissione Sanità il consigliere regionale del Pd Luca Gaffuri. «Chiederò un’audizione in commissione Sanità di Regione Lombardia con la partecipazione dei rappresentanti dei lavoratori, del direttore generale della Asst Lariana e del sindaco di San Fermo Mascetti – dice l’esponente comasco dell’opposizione – Aver voluto costruire il nuovo ospedale in un luogo non servito da ferrovie e scarsamente servito dal trasporto pubblico locale comporta che pazienti, famiglie e lavoratori si rechino al presidio Sant’Anna prevalentemente in macchina e di questo fatto si deve tenere conto».
«Regione Lombardia si attivi subito – aggiunge Luca Gaffuri – per fare in modo di trovare una soluzione che non penalizzi chi ogni giorno dedica la propria professionalità alla cura delle persone malate».
Anna Campaniello