Il camper è stato fermato per un controllo dalla guardia di finanza a Fenegrò

Il camper è stato fermato per un controllo dalla guardia di finanza a Fenegrò

Sul camper con mezzo chilo di hashish e marijuana nascosto sotto il lavello dell’angolo cottura: tre persone – il conducente del caravan e una coppia, marito e moglie, che viaggiavano con lui – sono finite nei guai a Fenegrò. I due uomini sono stati arrestati, mentre la donna è stata denunciata a piede libero. Lunedì mattina i militari della guardia di finanza della compagnia di Olgiate Comasco hanno fermato e ispezionato un camper che stava percorrendo la strada provinciale 32 nel territorio del comune di Fenegrò. I finanzieri sono stati subito insospettiti dal nervosismo mostrato dai tre a bordo del mezzo. Sospetti resi più corposi dal fatto che il conducente e i due coniugi, tutti e tre residenti ad Olgiate Comasco, si trovassero su un camper intestato a un’altra persona. Ma non solo: durante le prime fasi dei controlli, i tre si sono contraddetti più volte sulle spiegazioni date agli uomini delle Fiamme gialle sul perché stessero utilizzando quel mezzo.

Grazie a un’accurata ispezione all’interno del camper, i militari hanno scoperto 547 grammi di hashish e marijuana, custoditi in un sacchetto di plastica nascosto sotto il lavello dell’angolo cottura. Nei successivi controlli effettuati nell’abitazione della coppia e del conducente, i finanzieri hanno trovato un ulteriore quantitativo di hashish e un bilancino di precisione, utilizzato per pesare le sostanze stupefacenti. La persona alla guida del camper e l’altro uomo che viaggiava con lui sono stati così arrestati per detenzione e trasporto di droga, mentre la donna è stata denunciata a piede libero all’autorità giudiziaria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*