altESPOSIZIONI

Torna a esporre a Como l’artista Milena Barberis (nella foto) che, nel 2004, fu protagonista nell’ex chiesa di San Pietro in Atrio in via Odescalch con le sue “tele digitali”. L’artista utilizza, in modo nuovo e personale, le più innovative tecniche di elaborazione delle immagini al computer con stampa digitale su tela. La sua nuova proposta espositiva si intitola Milena Barberis o l’ossessione del bello mutante ed è a cura di Alberto Crespi. Andrà in scena, dal 14 marzo alle 18, nel salone del Broletto in piazza Duomo (con apertura fino alle ore 21) dove terrà banco fino al 9 aprile (orari: da giovedì a domenica ore 16-19; domenica 31 marzo e lunedi 1° aprile 10-12 e 16-19). Saranno esposte

30 pitture digitali su tela eseguite tra il 2010 e il 2012, più una installazione e un video. «Racconto attraverso l’immagine femminile situazioni, fatti, stati d’animo. Dipingo corpi e volti: questi cambiano continuamente, subiscono trasformazioni fisiche. Occhi, bocca, mani, torsi, gambe si modificano nelle diverse circostanze, mentre il soggetto interpreta parti diverse. Uso la tecnica digitale in chiave pittorica, trasformo e manipolo la base fotografica con un procedimento totalmente manuale. Utilizzo tutti gli strumenti del computer, pennelli, matite, colori, esattamente come quando, prima del 2000, dipingevo in modo tradizionale», dice Milena.