Vaccinazioni oltre quota 300 in un solo mese e posti esauriti già fino all’estate in tutti gli ambulatori comaschi. Le autorità sanitarie ripetono che «non c’è alcuna emergenza», ma i recenti casi di meningite hanno fatto impennare la richiesta di accedere all’iniezione preventiva. Il farmaco, come previsto da regione Lombardia, è gratuito per i bambini e gli adolescenti, mentre agli adulti è offerto a tariffe agevolate da quest’anno.

L’Asst Lariana, che da gennaio si occupa della gestione delle vaccinazioni, ha attivato sul territorio tre ambulatori dedicati alla somministrazione dell’antimeningite agli adulti. In un mese i pazienti che hanno effettuato l’iniezione sono stati 304. La richiesta è altissima e la lista d’attesa ad oggi è già alla fine di giugno, con quasi 1.700 pazienti già prenotati. «Le sedute sono esaurite fino a giugno perché abbiamo occupato tutti i posti disponibili – confermano dall’Asst Lariana – Al momento non pensiamo sia possibile aggiungere ulteriori sedute di questo tipo perché comunque non possiamo penalizzare le vaccinazioni dei bambini, che devono essere sempre garantite a tutti in base ai calendari previsti».

Il farmaco maggiormente richiesto è quello contro il meningococco. «Non ci sono allarmi né epidemie», ripetono dall’Asst Lariana, che si trova a fronteggiare e gestire centinaia di richieste. L’azienda ha aperto tre ambulatori per la vaccinazione contro la meningite: a Como, in via Croce Rossa, a Cantù in via Cavour 10 e a Fino Mornasco in via Trento e Trieste 5.

Per avere informazioni o prenotare la vaccinazione è necessario chiamare il numero dedicato 338.6796057, attivo dal lunedì al venerdì dalle 14 alle 15.30 o inviare una richiesta via e-mail all’indirizzo vaccinazioni.meningococco@asst-lariana.it. Anche l’Asst ValtLario, alla quale fa capo la zona dell’Altolago, sta attivando gli ambulatori, che a breve saranno aperti a Dongo e a Menaggio.

Anna Campaniello