La struttura in fase di recupero

La struttura in fase di recupero

Un pezzo di memoria della Como produttiva diventa un luogo di solidarietà attiva. Era un ex pastificio, poi l’edificio, a lungo disabitato, è stato preda del degrado. E ora rinasce come “Casa dei Bambini”. È l’ex pastificio Castelli di via Pastrengo, in zona caserme, dove la Fondazione Giovan Battista Scalabrini Onlus ha ricavato tre locali e un piccolo spazio verde per giocare. La struttura, presentata ieri, sarà dedicata all’accoglienza temporanea di famiglie con bambini che hanno perso la loro casa per problemi di lavoro, di salute o per ragioni che li hanno resi più fragili.
L’ospitalità durerà 12-18 mesi e consentirà alle famiglie di “rimettersi in piedi” e tornare a vivere per conto proprio.
La Fondazione Scalabrini opera con questa modalità dal 2011 e ha accolto oltre 270 persone.
«Tra queste – si legge in un comunicato – c’erano Haitot Faycal e i suoi 4 bambini, tutti morti nel rogo che il padre ha appiccato alla casa in cui vivevano lo scorso ottobre. Noi sappiamo bene che una casa è invece spesso l’inizio di una rinascita: la casa è l’inizio di ogni famiglia. È anche il luogo da cui una famiglia in difficoltà può ripartire e trovare sicurezza e fiducia. E può essere anche il riparo che una comunità porta in dono alle famiglie più fragili perché la speranza sia un gesto condiviso. L’acquisto della Casa dei Bambini – sottolinea la nota – è il gesto di speranza che dallo scorso ottobre costruiamo con altri amici perché vogliamo che da tanto dolore possa nascere una concreta prova di vicinanza e aiuto».
Si prevede che la casa di via Pastrengo a Como possa essere finalmente abitata il prossimo dicembre, una volta ultimati i lavori edilizi necessari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.